Agriturismi nel Friuli Venezia Giulia
Vacanza in agriturismo nel Friuli Venezia Giulia

Agriturismo friuli-venezia-giulia
Gestisci un agriturismo e vorresti comparire in questa pagina? Scrivi a [email protected]

Il Friuli Venezia Giulia è una regione che, seppur defilata in un angolo del nord-est Italia, si trova al centro della nuova Europa confinando ad est con la Slovenia e a nord con l’Austria. Mare, montagna, collina, ricche di luoghi di interesse storico-artistico e di straordinarie bellezze naturali: tutto questo offre questa piccola regione italiana, ricca di storia e di sapori antichi. Abitata fin dal Mesolitico, come testimoniano le tracce rinvenute in vari luoghi, in particolare nella Bassa friulana, è stata in seguito abitata da popoli Euganei, Celtici e infine dai Romani che nel 181 a.C. fondarono la colonia di Aquileia. Con il declino di Roma iniziarono i saccheggi dei Barbari. Nei secoli successivi si susseguirono le dominazioni dei Bizantini, Longobardi e Franchi. Nel 1077 l’imperatore Enrico IV concesse al patriarca Sigeardo la contea del Friuli, estesa dal Cadore alla Carnia e all’Istria. L'esperienza del Patriarcato si concluse nel 1420, quando il Friuli fu annesso alla Repubblica Veneta. Utilizzato spesso come Stato cuscinetto in funzione antiturca, fu ripetutamente devastato da una lunga serie di guerre per il suo possesso fra Venezia e gli Asburgo. Nel 1815, il congresso di Vienna decretò il passaggio del Friuli all’Impero austro-ungarico. Il Friuli centrale (provincia di Udine) e il Friuli occidentale (provincia di Pordenone) furono annessi all'Italia nel 1866 assieme al Veneto subito dopo la Terza guerra di indipendenza, mentre il Friuli orientale rimase soggetto all'Austria fino al termine della Prima guerra mondiale. Dopo la Seconda guerra mondiale e la tragedia delle foibe, si dovette aspettare quasi un decennio (1954) perché la città di Trieste tornasse all’Italia.

Il Friuli Venezia Giulia ha subito nella storia moltissime invasioni e influenze, e la sua posizione di vicinanza con l’Austria, la Slovenia e il Veneto l’ha esposta – anche sul piano enogastronomico, oltre a quello culturale – a contaminazioni e a influssi dalle zone limitrofe. Una grande tradizione della cucina contadina, insieme ad alcuni prodotti tipici famosi in tutto il mondo (il prosciutto di San Daniele o quello di Sauris, i vini di Collio, i formaggi delle malghe della Carnia), rendono il soggiorno in terra friulana davvero unico per quanto riguarda la gola. Alcune osterie hanno mantenuto lo spirito della tradizione e sono il luogo ideale per bere il tajut, il calice di vino, e per assaggiare i prodotti tipici. Il Friuli Venezia Giulia è conosciuto anche per le squisite grappe e il caffè, magari da gustare in uno degli storici e famosi caffè di Trieste.
La morfologia del Friuli-Venezia Giulia presenta i monti della Carnia e le Alpi Giulie al nord, l'altopiano carsico ad est, l'alta e la bassa pianura a sud prima della costa frastagliata in ampie lagune (Marano Lagunare, Grado). Moltissime le opportunità per chi desidera trascorrere una vacanza all’insegna del movimento e della natura. Tanti gli itinerari proposti e le possibilità di pratica sportiva: in estate si va dal trekking alla moutain bike, dal nuoto alla pesca, dall’arrampicata al parapendio, dal windsurf alla canoa; ma ci sono anche percorsi alternativi e tematici come quelli che seguono i sentieri della Grande Guerra o le pagine dei libri di alcuni grandi scrittori che hanno vissuto in regione.
L’inverno regala la possibilità di calcare piste innevate adatte a sciatori di tutti i livelli. Forni di Sopra, Ravascletto, Sella Nevea, Piancavallo e Tarvisio, sono località sciistiche affermate anche al di fuori dei confini nazionali.

Agriturismo in Italia

Cerca nel sito

Scopri la Filiera Corta di Agraria.org!