Agriturismi in Umbria - Alta Val Tiberina
Città di Castello, Montone, Umbertide

Agriturismo umbria
Gestisci un agriturismo e vorresti comparire in questa pagina? Scrivi a [email protected]

L’Alta Val Tiberina, oltre che come linea di confine tra Etruschi (a ovest) e Umbri (a est), si è da sempre caratterizzata per la sua importanza commerciale, in quanto via diretta di comunicazione con il Nord.
Città di Castello è il primo centro rilevante che si incontra raggiungendo l’Umbria dalla Romagna, lungo l’antica strada commerciale che poi percorre l’alta Val Tiberina. Fu in passato un antico borgo del popolo degli Umbri, che si avvantaggiava della sua posizione privilegiata da un punto di vista commerciale, essendo situata tra Umbria, Marche, Toscana e non lontano dall’Emilia-Romagna. Divenne comune in epoca medievale, durante la quale fu in perenne lotta con le città stato più vicine. Civitas Castelli crebbe comunque in potenza e ricchezza, grazie allo sviluppo di fiorenti attività commerciali, tra cui la stampa, che ancora oggi costituisce il tessuto economico della città. Dopo un periodo di signorie sorrette dalla potenza secolare della Chiesa, la cittadina venne completamente ridisegnata durante il dominio della famiglia Vitelli, nel Cinquecento, come testimoniano i diversi palazzi che ne portano il nome. La città si innalza sulla destra del Tevere, all’estremo lembo settentrionale dell’Umbria. L’impronta architettonica risente di influssi toscani, dovuti al lavoro di architetti toscani, Antonio da Sangallo e Giorgio Vasari, richiamati dai Vitelli nel XVI secolo. Di epoca precedente alla signoria vitelliana sono i monumenti che si incontrano all’inizio della visita alla città, che generalmente parte da piazza Gabbiotti. Affacciato sulla piazza,  sin dall’esterno lascia intuire i tanti interventi architettonici. Il campanile cilindrico risale infatti all’edificio originario, eretto nell’XI secolo; il corpo della chiesa risente di due modifiche successive (XIV, XV-XVI secolo); la facciata incompiuta e barocca, infine, risale agli anni tra il 1632 e il 1646. Nel Museo del Duomo si conservano opere e oggetti preziosi che testimoniano l’evoluzione della chiesa nel Medioevo. Fra questi, un importante Cristo risorto di Rosso Fiorentino (1528-1530). Sempre sulla piazza il Palazzo Comunale risalente al XIV secolo. Altri importanti monumenti della città sono il Palazzo del Podestà, la chiesa di San Francesco, il Palazzo Vitelli a Porta Sant’Egidio, la chiesa di San Domenico, la Pinacoteca Comunale.

Città di Castello Città di Castello (foto www.cdcnet.net)

A 10 chilometri da Città di Castello, situato in cima a due colli sulla sinistra del Tevere, Montone è il primo centro di interesse storico e culturale che si incontra scendendo verso sud lungo l’Alta Val Tiberina. Fondato come sito fortificato nel medioevo (probabilmente nel IX secolo), Montone è ancora oggi racchiuso da una possente cerchia di mura nelle quali si aprono tre porte: del Verziere, di Borgo Vecchio e del Monte; queste corrispondono ad altrettanti rioni in cui era diviso un tempo il castello. La sua importanza storica è soprattutto legata al fatto di aver dato i natali nel 1368 a quello che è stato forse il più grande condottiero umbro, quel Braccio Fortebracci (detto appunto Braccio da Montone, morto nel 1424) che riuscì a costruire un vero e proprio stato con Perugina capitale. All’interno dell’impianto urbanistico medievale perfettamente conservato, che insieme al panorama costituisce l’elemento di maggior fascino, si trovano alcuni edifici rilevanti da un punto di vista artistico: la chiesa della Madonna delle Grazie (XVI secolo), la chiesa romanica Pieve di San Gregorio, risalente all’XI secolo, la chiesa gotica di San Francesco e l’annesso Museo Comunale, l’Archivio Storico Comunale.
Nella zona di Montone, molto interessante dal punto di vista naturalistico, si segnalano le tante possibilità escursionistiche lungo il corso del torrente Carpina, che lambisce il paese a oriente e che confluisce nel Tevere all’altezza di Umbertine. Risalendo lungo le sue sponde si raggiunge la Rocca d’Aries, fortezza medievale probabilmente voluta dal Fortebracci e rinnovata in epoca rinascimentale, da cui si gode una splendida vista sulla valle del Carpina.
Pochi chilometri più a valle, lambita a occidente dal Tevere, si trova l’antica città di Umbertide (VI sec. a.C. verosimilmente di fondazione etrusca). Il nome attuale della città, che nel 1863 ha sostituito quello tradizionale di Fratta, ricorda i figli di Uberto, che nel X secolo la riedificarono dopo le devastazioni delle invasioni barbariche. Nonostante i pesanti bombardamenti nel corso della seconda guerra mondiale, sono numerosi gli edifici di pregio conservati in città. Tra i tanti, la Rocca, inserita nelle mura che circondano il borgo, la chiesa di Santa Maria della Reggia, la chiesa di Santa Maria della Pietà, la barocca chiesa di Santa Croce e quella di San Francesco.
Sono tantissime le fortificazioni presenti nel territorio circostante, a testimonianza della grande rilevanza strategico-militare della zona: i Castelli di Romeggio e di Polgeto, il Castello di Civitella Ranieri, il Castello di Montalto. Molti anche gli eremi e i borghi medievali, come l’abbazia di Badia Monte Corona e il nucleo medievale di Santa Giuliana.

Castello di Romeggio Preggio - Castello di Romeggio (foto www.umbertide.it)

Agriturismo
Agriturismo Il Sarale

Azienda Agrituristica Il Sarale
A Città di Castello, sette ettari di collina coltivati ad agricoltura biologica tra oliveto, frutteto, campi di grano. Nella nostra fattoria gli animali sono allevati all’aperto.

Tel. 075 8540545
Sito web: www.ilsarale.it
E-mail: [email protected]

Agriturismo in Italia

Cerca nel sito

Scopri la Filiera Corta di Agraria.org!