Agriturismi nel Lazio - Rieti e la Conca Reatina
Rieti, Terminillo, Leonessa, Cittaducale, Antrodoco, Amatrice

Agriturismo lazio
Gestisci un agriturismo e vorresti comparire in questa pagina? Scrivi a [email protected]

La Conca Reatina costituisce una sorta di "dintorni" del capoluogo, e una meta irrinunciabile soprattutto per la devozione francescana, in quanto le prime pendici dei monti che la racchuidono ospitano converti sorti nei luoghi legati alle memorie del santo di Assisi. E' una zona ricca di valori ambientali e paesistici, tra cui spicca la Riserva naturale Laghi Reatini, che tutela un ambiente umido di grande importanza, in particolare per l'avifauna che ospita.
Rieti sorge in bella posizione lungo il fiume velino, al centro dell'ampia conca dominata dalla mole del Terminillo. Città principale della Sabina fin dall'antichità, è attiva per commerci, soprattutto agricoli e per industrie. E' l'antica Reate, fondata dai Sabini: dopo la conquista romana della Sabina nel 290 a.C., i terreni circostanti furono bonificati con l'apertura della cava curiana che scaricava nel Nera le acque del Velino che allagavano i campi. Nel XIII secolo ospitò vari papi, tra cui: Gregorio IX, che nel 1234 vi ricevette Federico II; Nicolò IV, che vi incoronò Carlo II d'Angiò; Bonifacio VIII che, il 20 novembre 1298, mentre celebrava la messa, un terremoto fece fuggire per la campagna con tutti i paramenti. Del periodo medievale, quando fu libero Comune e rifugio di papi, rimangono l'impianto urbanistico del grazioso centro storico e i monumenti di maggiore interesse, tra cui il Duomo dedicato all'Assunta e il Palazzo Vescovile del XIII secolo.

Rieti Rieti (foto www.vinilazio.org)

La Conca Reatina è un ampio bacino tettonico, a circa 400 m di altitudine, stretto tra il maestoso Terminillo e i modesti Sabini. E' formata da uno slargo della valle del fiume Velino, là dove esso riceve le acque degli affluenti Salto e Turano. Nell'era quaternaria il Velino ebbe una forte attività incrostante che fece innalzare la soglia delle Marmore, così che esso non potè più scaricarsi nel Nera e le sue acque refluirono inondando quasi completamente le retrostanti conche di Piediluco e di Rieti e formando coì un grande lago; questo lago si andò poi riducendo, ma esisteva ancora in epoca storica. L'escavazione in epoca romana (primi decenni del III sec. a.C.) del cosiddetto "cavo curiano" permise nuovamente il drenaggio delle acque; ma nel Medioevo il "cavo" non funzionava più e si ebbero ancora impaludamenti che cessarono solo nel sec. XVII, dopo che furono scavati nuovi canali e fu reastaurato quello curiano. Tuttavia, neanche in seguito le condizioni idrologiche della conca furono stabili, fino alla sistamazione pressoché definitiva del XX secolo, con varie opere di regolazione del Velino e con la costruzione di due grandi laghi serbatoi lungo il corso del Turano e del Salto.
Sulle prime pendici dei colli che fanno da corona alla Conca Reatina, si trovano quattro fra i più importanti luoghi sacri legati alla figura e all'opera di San Francesco d'Assisi: sono i conventi in cui sostò durante il suo passaggio per il Reatino e sono tutti profondamente collegati ad alcuni particolari momenti mistici del Santo. I conventi sono: Convento di Fonte Colombo, Convento di Greccio, Convento la Foresta e Convento di San Giacomo.

Monte Terminillo Monte Terminillo (foto www.gosabina.com)

Il Monte Terminillo (2216 m), parte più meridionale e più elevata dei monti Retini, è una delle maggiori elevazioni dell'Appennino Centrale. La sua valorizzazione turistica, soprattutto in funzione degli sport invernali, è stata avviata negli anni '30 ed è proseguita più intensa nel dopoguerra, favorita dalla vicinanza di Roma (25 km circa da Rieti), dall'abbondanza dell'innevamento e dalla presenza di pendii assai adatti agli sport sciistici. Campoforogna (1775 m) e Pian de' Valli (1614 m), grazie alle loro attrezzature ricettive ed agli impianti di risalita, formano il nucleo centrale del Terminillo, la più importante stazione di sport invernali del Lazio, frequentata anche per villeggiatura, e una delle meglio attrezzate dell'Italia centrale.
Sul versante orientale dei monti Reatini, a una ventina di km dal Terminillo, si trova la graziosa cittadina di Leonessa, situata a 969 m di quota nella sezione meridionale dell'omonima piana. Fondata nel 1228, ha un'aspetto caratterizzato da case medievali con portici bassi e massicci, sorti attorno alla piazza principale, e da nobili palazzi e palazzetti del sec. XVI e XVII, allineati lungo le vie diritte e parallele che attraversano l'abitato. Oggi è una frequentata località di soggiorno estivo e di sport invernali.
Tornando a Rieti e imboccando la via Salaria, dopo una decina di km si giunge a Cittaducale, cittadina di aspetto prevalentemente medievale, situata alla sporgenza di un colle a ulivi, con bella vista sulla cerchia dei monti vicini. Ha pianta rettangolare con strade diritte a tracciato ortogonale, e conserva ancora un ntevole tratto di mura di cinta con torri quadrate.
Proseguendo si incontra Antrodoco (la romana Interocrium), centro agricolo e località di villeggiatura estiva che ospita una piccola stazione termale. Sorge in pittoresca posizione alla confluenza di due valli appenniniche molto suggestive, quelle dell'alto Velino e del suo affluente Rio, entrambe profondamente incise in forma di gole. Superato l'abitato di Posta (sorta nel 1301 dopo la distruzione da parte degli Aquilani del Castello di Machilone) e, più avanti, la graziosa Cittareale, si giunge ad Amatrice, capoluogo di un comune vasto e poco densamente abitato. Il paese sorge in posizione assai pittoresca su un terrazzo alluvionale cuneiforme, alla confluenza tre il Tronto e il Castellano. L'impianto urbanistico e i monumenti di Amatrice, testimoni di un passato illustre, contrastano con il modesto ruolo cui è ridotta oggi la cittadina, posta al centro di un'area montana isolata e interessata da marcati fenomeni d'abbandono. Il territorio ricade all'interno del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

Agriturismo
Agriturismo Il Casale di Valle Numa

Agriturismo Il Casale di Valle Numa
E’ un caratteristico casale rurale in pietra completamente ristrutturato nel rispetto della tradizione locale, situato in un'azienda agricola con attività prevalentemente olivicola.

Tel. +39 3339114017
Sito web: www.agripolis.it
E-mail: [email protected]

Agriturismo Le Colline

Agriturismo Le Colline
L'azienda mette a disposizione 10 camere doppie con aria condizionata. Nel ristorante vengono preparate specialitÓ della cucina tradizionale laziale.

Tel. +39 0746 676231
Sito web: www.agriturismolecolline.com
E-mail: [email protected]

Agriturismo La Cerqueta

Agriturismo La Cerqueta
Nasce dall'amore per il cavallo e per la splendida terra Sabina. Immerso nel verde degli olivi, si trova a ridosso del parco regionale dei Monti Lucretili.

Tel. 335366645
Sito web: www.lecerqueta.it
E-mail: [email protected]

Agriturismo in Italia
Cerca nel sito

Scopri la Filiera Corta di Agraria.org!