Agriturismi in Sicilia - Enna e dintorni
Enna, Piazza Armerina, Morgantina

Agriturismo sicilia
Gestisci un agriturismo e vorresti comparire in questa pagina? Scrivi a [email protected]

Enna, città di montagna a 930 metri di altitudine, fu nell'antichità prima greca, poi cartaginese e infine romana. Fortezza bizantina anche dopo la conquista araba di Palermo, venne occupata dal generale Al-Abbas Ibn Fadhl nel 859 e fu persa dai Musulmani solo nel 1087. Da allora venne fortificata a più riprese attorno ai capisaldi del Castello di Lombardia e del Castello Vecchio (l'odierna Torre di Federico). La cinta muraria - oggi scomparsa - fu la base dell'organizzazione urbanistica della città, mentre sull'asse dell'attuale via Roma si stabilirono tutti i luoghi fondamentali del potere civile e religioso. Tra i tanti monumenti, troviamo la Chiesa di San Francesco d'Assisi, il Palazzo Pollicarini, l'ex Chiesa di Santa Chiara, il Duomo, il Museo Archeologico e i già menzionati Castello di Lombardia e la Torre di Federico II, dalla forma ottagonale, unico residuo di una antica cinta difensiva.
Ad est del capoluogo, nel territorio del comune di Valguarnera Caropepe, si trova il bacino minerario di Floristella, che rappresentò per secoli una delle grandi ricchezze dell'interno della Sicilia. Gli impianti per l'estrazione dello zolfo, che hanno cessato di funzionare qualche decennio fa, sono stati recentemente trasformati in un suggestivo parco minerario.

Enna - Castello di Lombardia Enna - Castello di Lombardia (foto Péter)

Piazza Armerina si trova al centro di un territorio abitato fin dall'VIII secolo a.C. Durante il Medioevo furono frequenti gli scontri tra la popolazione locale - fortemente influenzata dalla dominazione araba - e i conquistatori di cultura latina. Dopo le grandi distruzioni causate nel XII secolo dagli scontri armati tra le due popolazioni, Piazza Armerina rinacque intorno al Colle Mira e venne popolata da una colonia di lombardi provenienti da Piacenza. Una nuova e imponente cinta muraria venne costruita alla fine del XIV secolo, ma la cittadina continuò ad espandersi fino a coprire varie alture e colli circostanti. Nel centro di Piazza Armerina si innalza la mole del Castello Aragonese, voluto da re Martino I alla fine del Trecento, che con le sue torri imponenti incombe sulla struttura secentesca del Duomo. Da vedere anche il Museo Diocesano, il barocco Palazzo di Città e la Chiesa del Priorato di Sant'Andrea, splendido esempio di romanico siciliano, fondata nel XII secolo.
A soli 5 chilometri da Piazza Armerina, in contrada Casale, i resti di una sontuosa villa tardo-romana, Villa del Casale. Posta al centro di una grande azienda agricola del III e IV secolo d.C., è uno dei luoghi più affascinanti della pur ricchissima Sicilia archeologica. La visita si snoda dall'ingresso della villa verso le terme, il grande peristilio, il lungo corridoio detto "della Grande Caccia" per i soggetti dei mosaici, e termina negli ambienti in cui dimoravano gli antichi proprietari.
Morgantina, situato nelle vicinanze dell'odierna Aidone, venne fondata dai Morgeti, popolazione di origine laziale che abitava il luogo dal X secolo a.C., anche se le prime frequentazioni umane risalgono all'Età del Bronzo. Passata, nei secoli successivi, sotto l'influenza greca, divenne un importante centro di controllo dei commerci tra nord e sud della Sicilia in epoca ellenistica e romana. La città fu riportata a partire dal 1955 e gli scavi sinora compiuti consentono di seguire lo sviluppo dell'insediamento per un periodo di circa un millennio, dalla preistoria all'epoca romana: un teatro, le vie cittadine e dell'Agorà, immersi in un verde paesaggio sull'alto di una collina.

Teatro di Morgantina Teatro greco di Morgantina (foto SiculoGreco)

Agriturismo
Agriturismo Torre di Renda

Agriturismo Torre di Renda
Sorge su una collina dei Monti Erei dove č possibile ammirare uno splendido e suggestivo panorama su tutta la cittā di Piazza Armerina. Camere e ristorante.

Tel. +39.0935.686937
Sito web: www.torrerenda.it
E-mail: [email protected]

Agriturismo in Italia
Cerca nel sito

Scopri la Filiera Corta di Agraria.org!