Agriturismi in Sicilia - Isole Eolie
Lipari, Panarea, Vulcano, Stromboli, Salina, Filicudi, Alicudi

Agriturismo sicilia
Gestisci un agriturismo e vorresti comparire in questa pagina? Scrivi a [email protected]

Sette perle, ognuna con la sua particolarità, immerse in un mare blu cobalto: queste sono le Isole Eolie (il cui nome deriva da Eolo, re dei venti), una meta unica, non solo in Sicilia, sia dal punto i vista naturalistico che storico.
L'isola da cui conviene partire per visitare il variegato arcipelago è sicuramente Lipari, sia per facilità di accesso, sia per importanza storica e culturale. Da qui, poi, si può scegliere tra escursioni naturalistiche, tra cui quelle affascinanti ai crateri di Vulcano e Stromboli, il turismo esclusivo di Panarea, tra ville e yaght, la ricca vegetazione mediterranea di Salina e Filicudi, la tranquillità senza tempo di Alicudi. Le Eolie sono state nominate, nel 1999, patrimonio mondiale dell'umanità dall'UNESCO.
Lipari è la più grande isola dell'arcipelago. Lunga poco meno di 10 km e larga appena 5, culmina nei 602 m del Monte Chirica. I centri abitati sono Acquacalda, Pianoconte, Quattropani, Canneto e Lipari, dove attraccano traghetti e aliscafi. Qui sono da visitare la Cattedrale, nata in epoca normanna e ricostruita a metà del Cinquecento, e il Museo Archeologico Eoliano che occupa una parte dell'antico castello con torri medievali del secolo XIII e cinta muraria di epoca spagnola.

Lipari Lipari

Vulcano, poco distante da Lipari, ha dato il nome a tutti i vulcani del mondo. L'isola è formata da tre antichi crateri: il Gran Cratere è ancora attivo e la sua ultima eruzione è avvenuta nel 1890. Uno stretto istmo congiunge Vulcano con Vulcanello (123 m s.l.m.), sorto dal mare nel 183 a.C. (eruzione documentata da Plinio il Vecchio), il cui cratere di nord-ovest è stato parzialmente aggredito dall'erosione marina. Sulle pendici orientali esso mostra intense attività fumaroliche che proseguono anche sotto il livello del mare.
Salina, seconda solo a Lipari per dimensioni, raggiunge i 962 m di quota sulla vetta del Monte Fossa delle Felci. Tre sono i centri abitati dell'isola, Santa Maria Salina, Leni e Malfa. La vegetazione è molto rigogliosa e predomina la macchia mediterranea, perchè la presenza umana ha molto ridotto l'estensione degli antichi boschi dell'isola. Molto apprezzato il Malvasia di Salina, un vino moscato di grande pregio.
Panarea è la più piccola delle Eolie ed è circondata isolotti (come Basiluzzo) e scogli che formano un piccolo arcipelago fra Lipari e l'isola di Stromboli posto su un unico basamento sottomarino. Lo sbarco avviene nel Porticciolo di San Pietro, mentre le altre frazioni abitate dell'isola sono Drauto e Ditella. Nei pressi di Cala Junco sono stati portati alla luce i resti di un villaggio neolitico.

Cala Junco - Isola di Panarea Cala Junco - Isola di Panarea

Stromboli è dominata dall'attività eruttiva permanente del suo vulcano che continua da circa due millenni. Si sbarca a Scari o a Ginostra, ma sull'isola ci sono anche le frazioni di San Vincenzo, Ficogrande e Piscità. Per raggiungere il cratere (le escursioni con guide sono organizzate giornalmente, verso sera) si parte da Piscità, si arriva prima al vecchio Osservatorio Vulcanologico e poi al cratere sommitale.

Eruzione dello Stromboli Eruzione dello Stromboli

Filicudi si trova a metà strada tra Salina e Alicudi; sull'isola ci sono tre frazioni: Porto, Pecorini a Mare e Val di Chiesa. L’edificio vulcanico più antico e più esteso è quello denominato Fossa delle felci (m 744), la vetta più alta. La vegetazione della macchia (corbezzolo, lentisco, erica arborea, ginestra, ecc.) ha ripreso il sopravvento sulle vecchie coltivazioni, così come gruppi di lecci e di roverelle, o salice e frassino nelle vallette più umide, si oppongono ai forti venti marini. Gli unici prodotti agricoi sono i fichi e i famosi capperi di Filicudi.
Alicudi è l'isola più occidentale dell'arcipelago. Spopolata per tutto il Medioevo, venne colonizzata solo in epoca spagnola. Sull'isola non esistono mezzi di trasporto, ma solo viottoli ripidi e mulattiere, e il turismo, arrivato in tempi recenti, ha veramente il sapore del tempo andao.

Agriturismo
Agriturismo U zu Peppino

Agriturismo U zu Peppino
Immerso nella tranquilla e profumata campagna eoliana, l’agriturismo nasce dall’attenta ristrutturazione di un antico casolare tipico dell’isola di Lipari.

Tel. +39 090 9822330
Sito web: www.uzupeppino.com
E-mail: [email protected]

Agriturismo in Italia
Cerca nel sito

Scopri la Filiera Corta di Agraria.org!