Agriturismi in Veneto - Padova e dintorni
Padova, Piove di Sacco, Cittadella

Agriturismo veneto
Gestisci un agriturismo e vorresti comparire in questa pagina? Scrivi a [email protected]

Sviluppatasi dal primo millennio a.C., Padova diventa un importante municipio romano grazie soprattutto ai commerci. Dopo un periodo buio nell'Alto Medioevo, con le scorrerie barbariche e la sua distruzione da parte dei Longobardi, la città rifiorisce all'epoca del libero Comune, nei primi secoli dopo il Mille, e poi con la signoria dei da Carrara. Venezia la conquista all'inizio del XV secolo e la tiene fino al 1797, con Padova e la sua università che continuano a confermare la loro importanza. Liberatasi dagli austriaci, dopo l'Unità e superate le due guerre mondiali, la città ritrova il suo prestigio di centro economico, culturale ed artistico. Il centro storico permette una visita molto piacevole, non solo per i notevoli edifici costruiti tra il XIII e il XVI secolo che si incontrano, ma anche per la sua vivacità, con tanti studenti e mercati della frutta, della verdura che si tengono ogni giorno, tranne la domenica, in piazza delle Erbe. Qui sorge il palazzo della Regione, con la medievale corte di giustizia e la Sala del Consiglio cittadino. Sotto i portici, all'esterno, ci sono bar, ristoranti e negozi. Oltre ai monumenti che punteggiano il centro storico, Padova ha due attrattive di particolare interesse: la Cappella degli Scrovegni, presso i Musei Civici degli Eremitani, e la Basilica di Sant'Antonio, di notevolissima architettura e importante meta di pellegrinaggio.
La cappella degli Scrovegni, probabilmente la massima espressione pittorica del Trecento europeo, è frutto della maturità artistica di un pittore che fu, anche e soprattutto, uno straordinario innovatore. Abbandonando la rigida compostezza dei secoli che l’avevano preceduto, Giotto fuse con mirabile armonia senso della natura e senso della storia, luce e pathos, riempiendo i suoi dipinti di figure vive, di sentimenti, di azione.
Sulle nude pareti di una modesta chiesa in mattoni tracciò la continuità ideologica tra Vecchio e Nuovo Testamento, espressa nella vicenda del rapporto umanissimo tra Maria e Gesù, un dramma che, per Giotto, è il punto culminante della storia dell’umanità, messa di fronte alla scelta tra il bene e il male. Lo straordinario valore d’insieme dell’opera (si tratta del più completo e integro ciclo di affreschi trecenteschi) ha richiesto e richiede costanti misure di controllo e interventi di manutenzione e preservazione, sia sull’opera d’arte sia sull’edificio che la ospita.

Cappella degli Scrovegni Padova - Cappella degli Scrovegni (foto www.rositour.it)

A sud-est di Padova, merita una visita Piove di Sacco, principale centro della Saccisica, un comprensorio di cui si trova traccia tra i documenti dell'Alto Medioevo, ma dove sono stati ritrovati anche resti preromani. Il Duomo di San Martino, documentato sin dal 1090 anche se l'attuale aspetto risale al 1893-1903, conserva importanti opere d'arte. E' collegato alla Chiesuola di Santa Maria dei Penitenti, più antica, da un'estesa sacrestia; il complesso religioso comprende infine l'Oratorio del Paradiso. Nella piazza si staglia la torre carrarese, l'unica sopravvissuta di quattro, che oggi ospita il campanile. Di fronte al Duomo sorge l'ex-Monte di Pietà (XVI sec.), porticato. Portici collegano anche i palazzi (XVI-XVII sec.) che affacciano su via Garibaldi. Il Santuario della Madonna delle Grazie (XV sec.), lungo il Fiumicello, ha abside e campanile medievali, in cotto, e facciata in marmo del 1861.
A nord di Padova, tra il Brenta e il Piave, sorge Cittadella, un eccezionale esempio in Europa di città murata di stampo medievale in pianura. Fatta costruire da Padova a scopi difensivi a partire dal 1220, ha una cinta muraria a pianta poligonale, con 32 torri e quattro porte in corrispondenza dei punti cardinali.All'interno delle mura si segnalano la chiesa del Torresino (1220), il carcere della Torre di Malta, il Duomo, Palazzo Municipale e Palazzo Pretorio (XIV sec.). Al di fuori delle mura, da vedere il Convento di San Francesco, a Borgo Treviso, con il bel chiostro; la pieve di San Donato (1100), costruita dove sorgeva un tempietto pagano; la Villa della Colombara (XVI sec.) con torre; Villa Cà Nave (XVI sec.) e il suo oratorio.

Cittadella Veduta aerea di Cittadella (foto www.isabellacittadella.it)

Agriturismo
Agriturismo Capeeto

Agriturismo Capeeto
L'azienda agricola agrituristica dispone di 15 stanze recentemente ristrutturate e dotate ciascuna di condizionatore, servizi con doccia, TV, etc. per un totale di oltre 30 posti letto. Camere, sala ristorazione, fattoria didattica.

Tel. 049 8010159
Sito web: www.agriturismocapeeto.191.it

Agriturismo Elfiò Agriturismo Elfiò
L'agriturismo propone, in alloggi autonomi con cucina attrezzata e ingresso indipendente, appartamenti arredati in arte povera, funzionali ma dal sapore antico.

Tel. 049.767647
Sito web: www.agriturismoelfio.it
E-mail: [email protected]

Agriturismo in Italia

Cerca nel sito

Scopri la Filiera Corta di Agraria.org!