Agriturismi in Veneto - Treviso e dintorni
Treviso, Monastier di Treviso, il Terraglio

Agriturismo veneto
Gestisci un agriturismo e vorresti comparire in questa pagina? Scrivi a [email protected]

Treviso è una citta di rilevante spessore storico-culturale, della quale le trasformazioni otto-novecentesche e le distruzioni belliche non hanno sostanzialmente alterato la spiccata identità. Le acque di risorgiva del Sile, che un tempo alimentavano commerci e manifatture, danno vita oggi a un quadro urbano ricco di fascino, specie lungo le mura cinquecentesche e in alcuni angoli del nucleo antico: i canali che intersecano o accompagnano strade e viuzze porticate, assieme ai molti resti delle decorazioni gotiche, conferiscono al centro storico un'impronta medievale, esaltata dalla presenza di grandi complessi medievali. Nonostante l'accresciuta importanza della piccola e media industria, restano soprattutto i prodotti della terra (accanto al vino, un'orticoltura di eccezionale qualità) a conferire un timbro inconfondibile alla vita quotidiana. Il nucleo storico di Treviso è compreso entro il perimetro delle mura veneziane, realizzate a partire dal 1509 e completate da fra' Giocondo con un complesso sistema idraulico, mediante l'innalzamento del letto e una serie di saracinesche che consentivano alle acque del fossato (il Sile e il Botteniga, adeguatamente deviati) di tracimare nella campagna in caso di attacco. Merita una menzione anche il "passeggio cittadino2 creato a cavallo tra '800 e '900 lungo la cinta muraria, dalla stazione ferroviaria alla porta S. Tommaso, trasformando i cardini del sistema difensivo (l'acqua, la scarpata) in elementi di un nuovo paesaggio. I principali monumenti e luoghi d'interesse della città sono: la chiesa di S. Francesco, la chiesa di San Nicolò, il Duomo (intitolato a San Pietro), il Monte di Pietà e Cappella dei Rettori, la Loggia dei Cavalieri, Piazza dei Signori con il Palazzo dei Trecento, Piazza Rinaldi, il Ponte di Pria, il Quartiere latino, Porta Santi Quaranta e il suggestivo Canale dei Buranelli.

Treviso Treviso - Scorcio lungo il canale Buranelli (foto Rigoplaz)

Nell'area urbanizzata a sud di Treviso, il fiume Sile (che con i suoi 95 km è il maggiore fiume italiano di risorgiva) non solo costituisce l'elemento di raccordo tra gli insediamenti, ma è all'origine degli episodi di maggior interesse architettonico. Si tratta di complessi produttivi abbandonati e più di frequente di ville patrizie e parchi situati sulle rive o nelle immediate vicinanze: un patrimonio che testimonia l'importanza di questo fiume nella topografia sei-settecentesca dei luoghi di villeggiatura. Per la frequenza delle emergenze di carattere storico-architettonico e archeologico-industriale, ma soprattutto per l'importanza naturalistica, è stato istituito il Parco Naturale del Fiume Sele, che interessa l'intera area fluviale dalle sorgenti alla foce.
Tra le tante ville presenti nei dintorni di Treviso, ricordiamo: Villa Manfrin (1775 – 1783; a Treviso in località S. Artemio); la cinquecentesca Villa Avogadro degli Azioni (a Silea in località Lanzago); Villa Passi (inizio XVII secolo; a Carbonera in località Vascon); Villa Albrizzi-Franchetti (con corpo principale seicentesco, ristrutturato nel ‘700 e abbellito dal Canova; a Pregaziol in località S. Trovaso); Villa Palazzi-Taverna (celebre soprattutto per il suo parco; a Pregaziol); Villa Valzer-Loredan (con struttura seicentesca e facciata neoclassica; a Carbonera in località Vascon); Villa De Reali (costruita nel XVIII sui resti di una abbazia benedettina; a Casier in località Dosson); Ca’ Zenobio (edificata nel XVI secolo e rimaneggiata nel XVIII; a Treviso); Villa Minelli (costruita ai primi del ‘600; a Ponzano Veneto); Casa Quaglia (piccola villa rustica del periodo tardo-gotico – XV sec.; a Paese); Villa Lattes (commissionata nel 1715 e magnificamente arredata; a Istrana).
Ad est di Treviso, al confine con la Provincia di Venezia, merita sicuramente una visita Monastier di Treviso, che presenta alcuni monumenti di notevole rilievo, come il monastero benedettino con i ruderi dell’Abbazia di S. Maria del Pero (X secolo), la chiesa abbaziale dell’Assunta e la chiesa-santuario della Madonna Nera a Pralongo, meta di pellegrinaggi da tempo immemorabile.

Monstier di Treviso Monastier di Treviso - Abbazia di Santa Maria del Pero (foto www.comune.monastierditreviso.tv.it)

Il Terraglio, breve segmento (20 km) dell'antica Via d'Alemagna, costituisce, assieme alla Riviera del Brenta, una sorta di prolungamento architettonico in terraferma della città lagunare. Fin dal '500-600 divenne uno dei luoghi prediletti per i "soggiorni in villa" della nobiltà veneziana, con l'insediamento delle residenze di campagna dei Mocenigo, dei Moro e dei Tiepolo; il fenomeno della villa ebbe poi grandissima diffusione dagli inizi del '700, quando la carreggiata fu ampliata e migliorata grazie anche all'interramento di un canale (da cui il nome "Terraglio") che scorreva parallelo. Le ville che fiancheggiano il Terraglio sono oggi in tutto venti, con bellissimi parchi e giardini.

Agriturismo
Agriturismo Il Cascinale

Agriturismo Il Cascinale
Immerso nel verde a pochi passi dal centro di Treviso. Nelle sue comode camere troverete tranquillità, comfort e tantissimi servizi. Camere, ristorante e parco giochi.

Tel. +39 0422 40 22 03
Sito web: www.agriturismoilcascinale.it
E-mail: [email protected]

Agriturismo in Italia

Cerca nel sito

Scopri la Filiera Corta di Agraria.org!