Agriturismi in Veneto - Riviera del Brenta
Noventa Padovana, Stra, Dolo, Mira, Malcontenta, Oriago

Agriturismo veneto
Gestisci un agriturismo e vorresti comparire in questa pagina? Scrivi a [email protected]

Il fiume Brenta, tra Padova e la Laguna Veneta, fu canalizzato nel XVI secolo. Data la lunghezza di 36 km, venne subito intuita la potenzialità di questo corso d'acqua quale via di trasporto, e sulle sue rive sorsero una moltitudine di ville volute dalle famiglie della nobiltà veneta. Dal '500, anche grazie alle enormi ricchezze guadagnate dai commerci sulle rotte della Serenissima, possedere ville lungo i fiumi della "Terraferma" divenne una moda per le nobili famiglie veneziane, e il Brenta era di certo il contesto più ambito. Cronache dell'epoca lo descrivono quasi come una continuazone del Canal Grande, fiancheggiato da splendide dimore (spesso nello stile palladiano) e pecorso da battelli carichi di visitatori, anche stranieri, e illustri ospiti. La villeggiatura prevedeva banchetti e feste, concerti e spettacoli, allestiti nel grande salone centrale, luogo di rappresentanza di ogni villa; sempre curatissimo era anche il giardino.
- Villa Foscari La Malcontenta venne costruita da Palladio attorno al 1555 (è l'unica villa da lui progettata sul Brenta); ha due facciate, quella verso il fiume e quella verso il giardino, entrambe a imitazione di un tempio ionico. L'interno è decorato da notevoli affreschi di Zelotti.

Villa Foscari Villa Foscari La Malcontenta (foto www.unav.es)

- Villa Widmann Foscari è stata costruita nel 1719 e modificata pochi decenni dopo in stile rococò francese. All'interno, una scala a doppia altezza fu affrescata attorno al 1750 da Giuseppe Angeli con il Trionfo della famiglia Widmann e con scene mitologiche. Ben curato e ornato di statue è il giardino.
- Villa Pisani Nazionale è stata edificata intorno al 1735 per la famiglia del doge Alvise Pisani; è un esempio del recupero del classicismo palladiano nell'architettura veneta del XVIII secolo. All'esterno, è grandiosa la lunga facciata sormontata da statue, con il corpo centrale a colonne corinzie rette da cariatidi e con la ripetizione del motivo del tempio nella parte terminale delle ali laterali. All'interno, è notevole l'affresco del Tiepolo sul soffitto del Salone da Ballo, del 1762. Il parco, su cui si affaccia la fronte posteriore della villa, è ricco di statue, serre, vasche e fontane, con esedra e labirinto di siepi e chiuso dalle scuderie.
- Villa Mocenico, edificata per volere dell'omonima famiglia nobile che aveva grandi proprietà a Dolo, ha una facciata che segue uno sviluppo longitudinale, dando risalto al settore centrale che è sormontato da un morbido timpano. La villa colpisce per il disegno limpidissimo e la regolarità delle finestre.

Villa Mocenigo Villa Mocenigo - Oriago di Mira

Agriturismo
Agriturismo in Italia
Cerca nel sito

Scopri la Filiera Corta di Agraria.org!