Agriturismi in Toscana - San Sepolcro e Val Tiberina
Sansepolcro, Anghiari, Pieve Santo Stefano, Monterchi, Caprese

Agriturismo toscana
Gestisci un agriturismo e vorresti comparire in questa pagina? Scrivi a [email protected]

La Valtiberina è un regione della Toscana non molto conosciuta ma di grande interesse sia dal punto di vista naturalistico che da quello storico-artistico e religioso. La natura incredibilmente varia e suggestiva, punteggiata qua e là da Eremi, antiche case coloniche a testimonianza della vita rurale, pievi e castelli. Delimitata da dolci colline, si stende una fertile pianura attraversata dal fiume Tevere per circa 40 km. Le colline, dalle caratteristiche a metà tra Toscana e Umbria, sono lo scenario intorno al quale sorgono i borghi antichi di Sansepolcro e Anghiari.
ùbelli di Piero della Francesca, e Caprese Michelangelo che ha dato i natali a Michelangelo Buonarroti.
Sansepolcro è una cittadina industriale e agricola famosa per essere stata il luogo di nascita di Piero della Francesca (XV secolo). Sviluppatasi intorno alla grande abbazia benedettina, ha conservato quasi inalterato l'assetto urbanistico medioevale e si è, nei secoli, arricchita di pregevoli edifici rinascimentali e barocchi. L’abbazia, risalente al X secolo, è dedicata al Santo Sepolcro e ai Santi Quattro Evangelisti. Il Museo Civico, situato nel trecentesco Palazzo Comunale, conserva una collezione di capolavori di Piero della Francesca. L’opera più famosa in mostra è l’affresco della Resurrezione (1463), nel quale un impassibile Cristo esce dalla tomba. I soldati ai suoi piedi, vestiti con armature rinascimentali, sembrano intrappolati nel tempo mentre il figlio di Dio domina un paesaggio eterno e primitivo. Altra opera interessante a Sansepolcro è la Deposizione del manierista Rosso Fiorentino, nella chiesa di San Lorenzo, eretta a metà del XVI secolo. Nella Chiesa di San Francesco e della Badia, l’attuale Cattedrale, di notevole interesse è il "Volto Santo", crocifisso ligneo di epoca carolingia. Accanto alla Cattedrale vi è il Palazzo delle Laudi, di forme manieristiche, oggi sede del Comune. Altre testimonianze artistiche della città sono visibili attraversando il suo centro storico: Chiesa di Santa Maria delle Grazie, Chiesa di San Francesco, Casa di Piero della Francesca e tanti altri. Cuore del centro storico è la piazza Torre di Berta, nella quale, la seconda domenica di settembre si svolge il tradizionale Palio della Balestra.

La "Resurrezione" di Piero della Francesca San Sepolcro - La "Resurrezione" di Piero della Francesca

Anghiari, famosa per la battaglia combattuta tra Firenze e Milano nel 1440 (soggetto di un famoso affresco iniziato da Leonardo da Vinci per i Palazzo Vecchio di Firenze che andò distrutto), è una tranquilla cittadina immersa tra i campi coltivati dell’alta valle del Tevere. Il celebre fiume nasce poco distante, alle falde del monte Falterona. Questo antico borgo medievale, cinto da mura fortificate, vive di antiche tradizioni artigianali perché in passato vi ebbero lustro le attività di valenti armaioli e ferraioli, oltre che di intagliatori del legno. Attualmente sono molto considerati anche i restauratori di mobili antichi e gli orafi. In seguito a tutto ciò, la cittadina ha trovato una collocazione di prestigio anche nell’attività dell’antiquariato e in quella della tessitura a mano, come dimostra la famosa la sua Mostra Mercato dell’Artigianato che si svolge a maggio lungo gli stretti vicoli del borgo e all’interno di vecchie botteghe. Valgono una visita, il Museo Taglieschi, il Palazzo del Marzocco, la Chiesa della Propositura, il Palazzo comunale e la Chiesa di Santo Stefano dell’VIII secolo. Nei dintorni di Anghiari, alcuni luoghi unici impreziosiscono la verdissima campagna e le colline: il Castello di Montauto, il Castello di Galbino, la Villa de La Barbolana, la Pieve di Sovara, la Chiesa di Corsano di San Leo, il Castello di Pianettole e il Castello di Sorci.
L’antico nome di Monterchi è mons herculis, un toponimo che rimanda la memoria ad antichi riti pagani che si celebrarono in questi luoghi. Piero della Francesca volle rendere omaggio a questo delizioso borgo, paese natale di sua madre, dipingendo uno degli affreschi più affascinanti: la Madonna del Parto. L’affresco, recentemente restaurato, si trova nel Museo della Madonna del Parto.
Caprese è famosa per aver dato i natali, il 6 marzo 1475, a Michelangelo Buonarroti. La sua casa natia, la Casa del Podestà, è adesso la Comune Casa Natale Michelangelo, con fotografie e copie delle sue opere. Sulle mura della cittadina, dalle quali si ammira un bel panorama, vi sono sculture moderne.

Anghiari Anghiari (foto www.freevax.it)

Agriturismo
Agriturismo in Italia
Cerca nel sito

Scopri la Filiera Corta di Agraria.org!